Varietà di Melo comune.

Argomenti generali, suggerimenti sul forum, richiesta consigli tecnici sulla fotografia naturalistica
abocchi
Messaggi: 131
Iscritto il: gio 12 mar 2009, 21:10
Località: Carpaneto di Tizzano val Parma

Re: Varietà di Melo comune.

Messaggioda abocchi » lun 25 ott 2010, 20:51

Il melo Cavicchio e Musona sono la stessa cosa; ne avuto anche conferma telefonando a due amici di Scurano (molto preparati in fatto di frutta antica). Per quanto riguarda la foto della mela verde della volta scorsa ho detto che potrebbe essere verdone, ma non avendo il frutto in mano e senza assaggiarlo è molto difficile l'identificazione. Per quanto riguarda la rugginosità che hai notato sulla foto delle schede del quaderno della biodiversità agricola del parmense,è giusto quello che dici se il verdone è innestato in un portainnesto clonale che da frutti omogenei; il frutto che hai fotografato tu penso sia innestato su un franco da seme(come tutti i vecchi alberi da frutto dell'Appennino),quindi i frutti sono eterogenei e perciò la rugginosità non è costante. Io ho 2 piante di verdone una innestata sul franco e l'altra sul MM 111: ho dato un occhiata stasera e ho notato che il 95% dei frutti del 111 ha la rugginosità, il franco sballa ancora di più.
Anche gli amici esperti di Scurano hanno confermato questa tendenza. Invece direi tutti i frutti presentano un calice chiuso di tipo avvolgente, però nella tua foto non riesco a vedere questo particolare anche perché è un po' scura. Comunque tieni un paio di frutti che li assaggeremo insieme così saremo più precisi. Allego 2 foto di 2 frutti di una stessa pianta dove vedi la differente rugginosità intorno al picciuolo. Ciao Antonio
Allegati
MELA VERDONE.JPG
MELA VERDONE.JPG (42.32 KiB) Visto 3388 volte
MELA VERDONE_1.JPG
MELA VERDONE_1.JPG (46.71 KiB) Visto 3388 volte

Luigi Ghillani
Messaggi: 1099
Iscritto il: dom 25 mag 2008, 21:01

Re: Varietà di Melo comune.

Messaggioda Luigi Ghillani » mar 26 ott 2010, 16:23

Che cos'è MM111 dal momento che non credo sia una fermata della Metropolitana Milanese? Bella l'idea di trovarsi per assaggiare mele! ;)
LG

abocchi
Messaggi: 131
Iscritto il: gio 12 mar 2009, 21:10
Località: Carpaneto di Tizzano val Parma

Re: Varietà di Melo comune.

Messaggioda abocchi » mar 26 ott 2010, 21:20

Il portinnesto dei fruttiferi non è altro che una pianta che che fornisce l'apparato radicale ad un 'altra pianta.
Può essere ottenuto da seme (come facevano un tempo e in alcuni casi tuttora) oppure come nei portinnesti clonali,da una barbatella, cioè una piantina radicata ottenuta da talea o da margotta di ceppaia,margotta aerea,propaggine oppure micropropagazione in vitro. I portinnesti del melo sono stati selezionati sia per ottenere una riduzione più o meno forte dello sviluppo ed una precoce entrata in produzione,sia per avere frutti con caratteristiche più omogenee rispetto alla pianta ottenuta da seme. Questi portinnesti furono selezionati originariamente in Inghilterra nella prima metà del secolo scorso e sono indicati con una sigla ed un numero: la sigla è rappresentata da EM (oppure solo M) per i portinnesti selezionati alla Stazione sperimentale di East Malling; oppure da MM per quelli selezionati dall'Istituto John Innes di Merton in collaborazione con la predetta Stazione di East Malling.
I comuni portinnesti dei frutteti industriali usano L'EM 9 che riduce molto la taglia dell'albero facilitando i lavori, però ad esempio da noi in montagna generalmente non si usa perché non resiste alla siccità e al vento , possedendo un apparato radicale molto ridotto. L'MM 111 da noi va meglio perché ha radici più estese e potenti che si avvicinano quasi al franco da seme col vantaggio di produrre prima e avere una taglia leggermente più contenuta. Come vedi non era una sigla della metropolitana!
Ciao Antonio

Luigi Ghillani
Messaggi: 1099
Iscritto il: dom 25 mag 2008, 21:01

Re: Varietà di Melo comune.

Messaggioda Luigi Ghillani » mer 27 ott 2010, 17:03

Grazie Antonio per l'esauriente spiegazione.
Luigi

enrico bocchi
Messaggi: 770
Iscritto il: sab 31 mag 2008, 12:28

Re: Varietà di Melo comune.

Messaggioda enrico bocchi » mer 27 ott 2010, 17:19

Luigi Ghillani ha scritto:Bella l'idea di trovarsi per assaggiare mele! ;)


Si potrebbe anche fare il prossimo fine settimana, visto che sarà di nuovo acquoso; io cinque o sei varietà le trovo, poi bisogna solo trovare un posto dove non si dà fastidio a nessuno......
Enrico.
nadia ed enrico, www.florautoctona.com

abocchi
Messaggi: 131
Iscritto il: gio 12 mar 2009, 21:10
Località: Carpaneto di Tizzano val Parma

Re: Varietà di Melo comune.

Messaggioda abocchi » mer 27 ott 2010, 18:39

Se non siamo in molti si può fare a casa mia come abbiamo fatto col giro organizzato dalla Nadia. Antonio

abocchi
Messaggi: 131
Iscritto il: gio 12 mar 2009, 21:10
Località: Carpaneto di Tizzano val Parma

Re: Varietà di Melo comune.

Messaggioda abocchi » gio 28 ott 2010, 20:37

Allego schemi riconoscimento mele,così potremo essere più precisi.
Allegati
Mele 1.jpg
Mele 1.jpg (153.56 KiB) Visto 3371 volte
Melo 2.jpg
Melo 2.jpg (126.91 KiB) Visto 3371 volte
Mele 3.jpg
Mele 3.jpg (67.82 KiB) Visto 3371 volte

enrico bocchi
Messaggi: 770
Iscritto il: sab 31 mag 2008, 12:28

Re: Varietà di Melo comune.

Messaggioda enrico bocchi » dom 4 nov 2012, 12:27

Anche in un anno veramente scarso per la produzione di mele e pere come questo 2012, ho stanato questa antica varietà a 300 metri da casa nel terreno di un mio vicino: lui la chiama mela cocomerina ed è veramente curiosa (e buona anche).
Allegati
mela cocomerina 3 (Small).jpg
mela cocomerina 3 (Small).jpg (28.89 KiB) Visto 3166 volte
nadia ed enrico, www.florautoctona.com

Luigi Ghillani
Messaggi: 1099
Iscritto il: dom 25 mag 2008, 21:01

Re: Varietà di Melo comune.

Messaggioda Luigi Ghillani » dom 4 nov 2012, 18:47

Più cocomerina di così! Veramente curiosa sia per il colore esterno che interno. :shock:
Luigi

enrico bocchi
Messaggi: 770
Iscritto il: sab 31 mag 2008, 12:28

Re: Varietà di Melo comune.

Messaggioda enrico bocchi » dom 25 nov 2012, 18:16

Ecco anche una seconda varietà che non conosco; da lontano l'avevo classificata come mela rosa, ma credo che con le mele rosa non abbia nulla a che vedere. La pianta sotto la quale le ho raccolte, col consenso dei proprietari, si trova a Ceretolo ed è un albero abbastanza grande che dovrebbe avere come minimo 50 anni, ma più probabilmente 80/100; la maturazione dei frutti è avvenuta tra ottobre e novembre con fine cascata a metà novembre, e la produzione è stata molto abbondante e di ottima qualità estetica (sospetto fortemente che l'albero sia stato irrigato); le qualità organolettiche del frutto non sono particolarmente spiccate, ma si lascia mangiare volentieri. Che varietà potrebbe essere?
Allegati
melo di ceretolo (Small).jpg
melo di ceretolo (Small).jpg (26.95 KiB) Visto 3068 volte
nadia ed enrico, www.florautoctona.com


Torna a “Varie”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti