Falchi grillai a caccia nei calanchi

picollo
Messaggi: 613
Iscritto il: mar 27 mag 2008, 21:05
Località: Collecchio

Falchi grillai a caccia nei calanchi

Messaggioda picollo » gio 29 set 2022, 18:29

Durante una passeggiata settembrina nella valletta del Rio Grassala (o Grassalo come indicato da altre parti) insieme a Ghillani, Zanichelli, Mezzatesta e Aceto ci siamo imbattuti in un gruppo di falchetti a caccia sui crinali dei calanchi di Fosio. Per me erano solo piccoli falchetti piuttosto lontani, ma Franca e Francesco li hanno subito riconoosciuti come Grillai (Falco naumanni). La distanza era notevole, la luce ballerina a causa dei nuvoloni portati dal vento, ma ho provato comunque a fare un po' di scatti anche per fare un po' di pratica su questi soggetti sfuggenti. Dopo qualche crop un po' spinto ecco cosa ho ricavato.

Grillaio-20220921-028-DPPWf.jpg
Grillaio-20220921-028-DPPWf.jpg (199.62 KiB) Visto 3957 volte


Grillaio-20220921-028-DPPVWf.jpg
Grillaio-20220921-028-DPPVWf.jpg (173.3 KiB) Visto 3957 volte


Grillaio-20220921-018-JOGf.jpg
Grillaio-20220921-018-JOGf.jpg (87.98 KiB) Visto 3957 volte
Sergio, curioso di natura
Visita il mio sito dedicato alla natura parmense http://www.serpicofoto.it

picollo
Messaggi: 613
Iscritto il: mar 27 mag 2008, 21:05
Località: Collecchio

Re: Falchi grillai a caccia nei calanchi

Messaggioda picollo » gio 29 set 2022, 18:32

Qui metto un momento del volo di due grillai e una sequenza di volo montata con diversi fotogrammi.

Grillaio-20220921-111-OGf.jpg
Grillaio-20220921-111-OGf.jpg (76.39 KiB) Visto 3956 volte


Grillaio-JMulti.jpg
Grillaio-JMulti.jpg (146.63 KiB) Visto 3956 volte
Sergio, curioso di natura
Visita il mio sito dedicato alla natura parmense http://www.serpicofoto.it

Alessandro Mucciolo
Messaggi: 3
Iscritto il: mar 24 giu 2008, 13:22

Re: Falchi grillai a caccia nei calanchi

Messaggioda Alessandro Mucciolo » ven 24 mar 2023, 10:16

Ciao Sergio, scusami ma leggo solo ora il post.
Secondo me non è un grillaio ma un gheppio. La distinzione tra la due specie è determinata dalla formula alare:
- nel grillaio la primaria più esterna (p10) è molto più lunga della p7 (quarta primaria interna)
- nel gheppio la p10 è invece di lunghezza simile alla p7.
Alessandro

picollo
Messaggi: 613
Iscritto il: mar 27 mag 2008, 21:05
Località: Collecchio

Re: Falchi grillai a caccia nei calanchi

Messaggioda picollo » ven 24 mar 2023, 17:04

Salve Alessandro. Grazie per l'intervento. Io non m'intendo di rapaci e quindi potrei sbagliare con molta facilità, di formule alari poi sono proprio all'oscuro. Comunque, come avrai letto, ero in escursione in compagnia di esperti di fauna (Franca Zanichelli ,ex direttrice del Parco del Taro e del Parco Nazionale dell'Arcipelago Toscano, Francesco Mezzatesta autore di un libro per riconoscere gli Uccelli d'Europa Edagricole editore, Franco Aceto altro esperto naturalista. Loro hanno identificato quei rapaci come Grillai. Anch'io comunque avevo notato però un comportamento gregario che non era da gheppio (cacciavano in gruppo). Inoltre a casa guardando le foto ho notato anche che la coda ha le timoniere centrali sporgenti, ulteriore conferma se non sbaglio del fatto che si trattasse di Grillai e non di Gheppi.
Sergio, curioso di natura
Visita il mio sito dedicato alla natura parmense http://www.serpicofoto.it

Alessandro Mucciolo
Messaggi: 3
Iscritto il: mar 24 giu 2008, 13:22

Re: Falchi grillai a caccia nei calanchi

Messaggioda Alessandro Mucciolo » mar 28 mar 2023, 10:25

Buongiorno Sergio,
le timoniere non sono un criterio discriminante tra le due specie, così come la gregarietà in periodo migratorio (piccoli gruppetti di 4-5 ind. in caccia su aree con abbondanza trofica li possono formare anche i gheppi).
Le dimensioni, il colore, la barratura del sottoala, la lunghezza della coda rispetto al corpo, il battito dell’ala dipendono inoltre da numerose variabili (vento, luce, età degli individui, ecc.) e rendono l'identificazione su campo estremamente difficile, anche agli occhi dei più esperti.
Discriminante è invece la formula alare (Forsman, 2021), come ho già descritto nel precedente post; anche questa su campo non è semplice da riconoscere (anzi, tutt’altro), mentre dalle foto sì.
E dalle foto che hai postato è evidente che si tratti di gheppio e non di grillaio.
A dimostrazione, nella foto seguente c’è un grillaio (foto presa da internet) dove indico quali sono le penne della formula alare da tenere in considerazione per l’identificazione; come si può vedere, nel grillaio la p10 è più lunga della p7, mentre nel gheppio ha circa la stessa lunghezza (confronta con tue foto).
Formula alare Grillaio.jpg
Formula alare Grillaio.jpg (25.28 KiB) Visto 3662 volte


Alessandro


Torna a “Segnalazioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti