La tana del ragno

picollo
Messaggi: 545
Iscritto il: mar 27 mag 2008, 21:05
Località: Collecchio

La tana del ragno

Messaggioda picollo » gio 23 giu 2022, 22:19

Naturalmente non so di che ragno si tratti, ma evidentemente ha seguito alla lettera il detto "two is better than one" e si è fatto una tana con due ingressi. L'ho trovato a Ravarano negli sfasciumi di flysch ma se ne stava intanato. Allora ho usato un trucco facendo cadere qualche granellino di terra vicino alla tana. Lui ha reagito come se quel piccolo tramestio fosse causato da qualche formica di passaggio, come quelle che aveva già catturato e che si vedono all'ingresso della tana, uscendo per la caccia. Questa volta lui è rimasto a bocca asciutta mentre io l'ho catturato in azione.
Speriamo che Giovannelli ci aiuti a scoprire di chi si tratta e magari a darci qualche ulteriore informazione.

4D9A9662-JMVGf.jpg
4D9A9662-JMVGf.jpg (336.21 KiB) Visto 45 volte



4D9A9666-JWf.jpg
4D9A9666-JWf.jpg (320.21 KiB) Visto 45 volte
Sergio, curioso di natura
Visita il mio sito dedicato alla natura parmense http://www.serpicofoto.it

daniele.giovanelli
Messaggi: 94
Iscritto il: dom 30 nov 2008, 21:50

Re: La tana del ragno

Messaggioda daniele.giovanelli » ven 24 giu 2022, 21:33

La specie dovrebbe essere Nomisia exornata della famiglia Gnaphosidae. Si tratta di specie che cacciano senza costruire una ragnatela e si rifugiano in piccole celle nei periodi di inattività. Ad un ingrandimento maggiore si vedrebbero le filere anteriori cilindriche, tipiche della famiglia. Nomisia exornata è comune nei luoghi sassosi. La cosa strana è che questa specie non è in grado di scavare delle vere e proprie gallerie ma si rifugia sotto i sassi o in anfratti occasionali. È probabile che abbia occupato una tana abbandonata dopo averla rivestita di seta.


Torna a “Segnalazioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 8 ospiti