Piano di "gestione" del capriolo

carlotta
Messaggi: 15
Iscritto il: mar 30 mar 2010, 0:05

Re: Piano di "gestione" del capriolo

Messaggioda carlotta » gio 30 dic 2010, 14:49

carissimi tutti,
ammetto che il mio intervento è stato più emotivo che lucido ,però come ha ben puntualizzato il caro amico Luigi quando ci si trova in una situazione del genere credo sia umano e normale che ci si possa spaventare molto e incavolare di più...
Riccardo hai ragione il mio intervento è stato molto categorico e forse non obiettivo .
Se posso faccio un passo indietro usando l'obiettività ;dico che posso capire la caccia di selezione ad oggi come l'unica soluzione per contenere i caprioli e controllarli in quanto ce ne son troppi e son causa di tanti danni soprattutto per gli agricoltori ( tutta la mia solidarietà al mio amico E Bocchi e a A. Bocchi anche se non ci conosciamo di persona)e per le auto( anche se su queste non ho giustificazioni in quanto spesso siam noi che andiam troppo forte e non rispettiamo i limiti......chissà perchè a me a Bazzano i caprioli han attraversato milioni di volte la strada ma non li ho mai centrati...sarà solo fortuna?) , però ribadisco e insisto sul concetto ,come han gia detto in molti, che se siamo a questo punto è solo colpa dell'uomo che li ha introdotti .Se gli equilibri Naturali non fossero statai alterati adesso questo problema non ci sarebbe. Purtroppo è scomparsa l' armonia sul nostro pianeta e non solo in Natura ma ormai purtroppo in ogni campo, qui non si tratta ,come qualcuno mi ha detto ,di parlar come Gandhi ma si tratta di scontrarsi con la realtà , toccare con mano e ammettere che tutto quello che sta accadendo è una conseguenza diretta dei nostri errori ovvero delle scelte sbagliate che ha fatto l'uomo.
Grazie per l'attenzione
buon anno a tutti
saluti
carlotta





Con questo auguro buon anno a tutti
Carlotta

nadia piscina
Messaggi: 26
Iscritto il: ven 19 feb 2010, 8:11

Re: Piano di "gestione" del capriolo

Messaggioda nadia piscina » gio 30 dic 2010, 15:30

All'approssimarsi della fine dell'anno me ne esco con questa poesia indiana (indiani pellerosse) di Myron Nancy Wood che esprime bene secondo me l’idea di un equilibrio cui è partecipe anche l’uomo come parte del mondo. Io ogni tanto la leggo per misurare il mio grado di coerenza tra ciò che dico e ciò che faccio.

Il ciclo della vita

Ho ucciso il capriolo,
ho calpestato la cavalletta
e le piante di cui si nutre.
Ho spaccato il cuore degli alberi
che crescevano vetusti e alti.
Dall’acqua ho sottratto i pesci,
dal cielo gli uccelli.
Vivendo ho usato la morte
per poter continuare a vivere.
Anch’io quando morrò,
darò vita agli esseri
che mi hanno nutrito.
La terra riceverà il mio corpo
E lo consegnerà alle piante e ai vermi,
agli uccelli e ai coyote.
Ognuno a suo tempo:
perché mai si spezzi
il ciclo della vita.

Per ora Auguri per un buon e proficuo 2011, a dopo le riflessioni.
Nadia

abocchi
Messaggi: 131
Iscritto il: gio 12 mar 2009, 21:10
Località: Carpaneto di Tizzano val Parma

Re: Piano di "gestione" del capriolo

Messaggioda abocchi » gio 30 dic 2010, 18:03

Brava Carlotta, vedo che stai diventando saggia e pure bella la poesia di Nadia. Auguri Antonio

r.b.shrike
Messaggi: 269
Iscritto il: sab 16 gen 2010, 23:17

Re: Piano di "gestione" del capriolo

Messaggioda r.b.shrike » gio 30 dic 2010, 18:08

Poi arrivò il viso pallido con il cavallo di ferro ed il bastone fumante.....
eil ciclo della vita andò a .......
Comunque sia a Tutti auguri di Buon Anno.
Maurizio

enrico bocchi
Messaggi: 768
Iscritto il: sab 31 mag 2008, 12:28

Re: Piano di "gestione" del capriolo

Messaggioda enrico bocchi » ven 31 dic 2010, 12:29

Più che il viso pallido, potremmo specificare e mettere l' USL ! La mia massima aspirazione post mortem sarebbe proprio di ritornare alla nuda terra, ma non si è più liberi di decidere nemmeno come e dove farsi seppellire ! Evidentemente persino dopo morti non siamo idonei a rientrare nella catena alimentare, e ci possiamo considerare si e no dei rifiuti speciali....
Mi scuso per avervi prospettato questo triste scenario, ma è pure questa realtà.
nadia ed enrico, www.florautoctona.com


Torna a “Segnalazioni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti